null

L'iniziativa

di Maria Elena Bonacini

Campioni del passato e Next Generation. Due palloni meglio di uno

PALLONE D’ORO FOREVER. Il calcio dilettantistico è sotto i riflettori anche se i tornei sono fermi 05 mar 2021
Un momento della festa finale della passata edizione che si è svolta a Villa Bonin. ARCHIVIO Un momento della festa finale della passata edizione che si è svolta a Villa Bonin. ARCHIVIO

Futuro ed esperienza nel Pallone d’Oro 2021 targato Il Giornale di Vicenza. Anche in un periodo di sospensione dei campionati, infatti, il nostro giornale vuole accendere i riflettori sul calcio dilettantistico, proponendo. Se, quindi, il fatto di non scendere in campo da mesi rende impossibile svolgere l’iniziativa nella maniera tradizionale, votando i migliori per ogni ruolo, perché non focalizzare l’attenzione su chi ha appena intrapreso questa avventura in prima squadra, e rappresenta quindi il futuro delle società? E, al contempo, su chi la storia di questi sodalizi l’ha fatta e oggi – in molti casi - continua a contribuirvi come dirigente o allenatore? La nuova iniziativa, denominata Pallone d’oro forever, premierà due categorie: i “Campioni” e la “Next generation”, cioè i giovani e i “Campioni del passato”, in pratica le “vecchie glorie”, che potranno essere votate – come sempre - con i tagliandi quotidiani e speciali che saranno pubblicati sul nostro giornale dall’8 marzo al 4 giugno. E poi, come si vedrà, ci sarà ampio spazio su Instagram.

NEXT GENERATION. Il Bayern che ha vinto largamente contro la Lazio aveva titolare un diciottenne, Jamal Musiala, classe 2003. A difendere la porta del Milan è “Gigio” Donnarumma, che ha esordito in Serie A a 16 anni e 8 mesi. E, guardando a Vicenza, Roberto Baggio ha indossato per la prima volta la maglia biancorossa in Serie C a 16 e 3 mesi, esordendo in A a 19. Ma se i giovani hanno un ruolo fondamentale nelle grandi società, sono ancora più importanti in quelle più piccole, che anche nel 2020 ne hanno portati tanti dalle categorie giovanili alle prime squadre, che si parli di Terza categoria o di Serie D. E allora, in un momento di stop ai campionati, nel quale si guarda al futuro e al calcio che verrà, è giusto dedicare una categoria del pallone d’oro a chi di questa ripartenza sarà protagonista. Abbiamo quindi chiesto alle società di segnalarci massimo tre loro ragazzi nati tra il 2001 e il 2004 che abbiano già esordito in prima squadra e che potranno essere votati compilando i tagliandi che troveranno pubblicati sul nostro giornale, sia quelli quotidiani da 1 punto, sia quelli speciali che potranno fornire decine o addirittura centinaia di punti ai loro beniamini e far fare loro un bel salto in avanti in classifica. Un modo per valorizzare i giovani e anche il lavoro delle società, in un momento in cui le gare di ogni tipo sono bloccate (Serie D a parte).

CAMPIONI DEL PASSATO. Il segreto di ogni ricetta che si rispetti è il giusto mix. E anche nel calcio la linea verde rende bene se affiancata dall’esperienza dei predecessori. Che siano compagni con più anni di attività alle spalle o ex calciatori passati “dall’altra parte” e diventati dirigenti, allenatori, fisioterapisti o anche semplici tifosi, che hanno però lasciato un segno nelle rispettive società. “Vecchie glorie” che in alcuni casi sono cresciute e hanno militato tutta la carriera in un’unica realtà e altre che sono arrivata in un sodalizio e ne sono diventata una parte importante. Le società della provincia ci hanno quindi segnalato il nominativo di qualcuno che ha dato un contributo importante e in molti casi lo sta ancora facendo. Anche loro potranno essere votati tramite i tagliandi – rigorosamente – originali, da compilare e raccogliere.

SOCIAL. L’iniziativa portata avanti in sinergia da tutte le testate del gruppo Athesis – oltre al GdV, L’Arena e BresciaOggi – avrà un risvolto social, in particolare su Instagram, dove si potranno votare le foto “vintage” mandate dai campioni del passato e i video realizzati dai giovani candidati, che dovranno cercare di stupire il pubblico. A entrambi, ogni settimana, la votazione in rete potrà fruttare un superbonus di 300 punti. Per votare, l’unico requisito necessario sarà seguire la pagina Instagram de Il Giornale di Vicenza.