null

L'iniziativa

di Chiara Ferrante

Il gran giorno è arrivato Oggi si conosceranno i nomi di tutti i vincitori

L'APPUNTAMENTO 07 lug 2021
Serata da non perdere al Viest: Calcio&Mercato chiude col botto grazie alle premiazioni del Pallone d'oro Forever Serata da non perdere al Viest: Calcio&Mercato chiude col botto grazie alle premiazioni del Pallone d'oro Forever

Today is the day: il grande giorno è arrivato. Questa sera andrà in scena il Pallone d'Oro Forever 2021, l'iniziativa dedicata al nostro calcio dilettantistico, organizzata dal GdV in collaborazione con TvA Vicenza. Il ticchettio delle lancette dell'orologio scandisce il tempo che ci separa dal fischio d'inizio della serata fissato alle 20 al Viest Hotel di Vicenza, in occasione dell'evento Calcio&Mercato Dilettanti organizzato da Briaschi, Ometto e Perseghin.La curiosità è alle stelle. Chi saranno i protagonisti del Pallone d'Oro, d'Argento e di Bronzo? Chi saranno i giovani Next Generation che si metteranno in luce e i Campioni del passato che incoroneranno le loro storie? Le classifiche finali saranno svelate soltanto nel corso dell'evento che sarà ripreso dalle telecamere di TvA e trasmesso venerdì 9 alle 22.40 e in replica domenica 11 alle 15.Dopo mesi di ricerca tagliandi, votazioni e interviste, in questi ultimi giorni abbiamo conosciuto i cinque giocatori più votati di ogni categoria, dalla serie D alla Terza. Non resta, quindi, che presentare la top 5 delle vecchie glorie del territorio. Seguendo sempre l'ordine alfabetico, si parte con Marco Carlotto del Sovizzo. Centrocampista o trequartista, ha solo 22 anni ma ha dovuto lasciare il calcio per motivi di salute. Il sogno è quello di tornare in campo con i neroverdi e diventare il capitano. Accanto a lui, Mauro Costa del Monteviale. Classe 1970, cresce nel settore giovanile del club. Viene poi ceduto al Costabissara giocando in Prima. A causa di un brutto infortunio è costretto a smettere. Riparte dagli Amatori del Poggiana, diventando campione italiano nel '96. Poi il ritorno al Monteviale dove vive la promozione dalla Terza alla Seconda categoria. È stato presidente della società e tuttora è vice. Il Maddalene schiera in campo Franco Gentilin, classe '55, originario di Gazzo. Ex attaccante, prediligeva i campi piccoli per la sua statura. Nato e cresciuto calcisticamente con i colori della società, si definisce una freccia con tanti gol. Dopo lo stop, si è rimesso in gioco come viceallenatore nel settore giovanile del club. Adesso è nonno vigile. Andrea Tomasi, invece, è del Montecchio San Pietro. Ha smesso di giocare per un infortunio. Da allenatore, ha portato il San Pietro in Seconda. Oggi gestisce la scuola calcio. E infine Gabriele Trevelin de Le Torri Bertesina. Un tempo difensore centrale, in carriera ha vinto ben 8 campionati in 5 diverse società. Ora è viceallenatore al Due Monti. Da piccolo falsificò il cartellino per giocare: i genitori non volevano. Ma è stato subito scoperto.. © RIPRODUZIONE RISERVATA